SwS GP Sicilia Open Water la IV tappa all’Area Marina protetta del Plemmirio

Come ogni anno il Grand Prix Sicilia sbarca all’area marina protetta del Plemmirio (SR). Per il Lukoil Syracusae Openwater due le gare in programma: la 5 km FIN e il miglio ASI.

Per saperne di più su questo evento abbiamo intervistato il Vicedirettore Generale Risorse Umane e Relazioni Esterne di ISAB Lukoil, Ing. Claudio Geraci e l’organizzatore della manifestazione Paolo Zanoccoli.

Giunti ad estate inoltrata non poteva mancare il più classico degli appuntamenti, da diversi anni ormai tappa fissa del Grand Prix Sicilia, quello all’area marina protetta del Plemmirio. Il sito copre un’area pari a circa 2500 mq di mare e si presenta come un susseguirsi di coste alte, calette e grotte emerse, in un territorio di grande rilevanza dal punto di vista della flora e della fauna, ma anche della storia e della cultura.
L’Area Marina Protetta del Plemmirio sorge inoltre in un territorio, non a caso, già Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS). Abbiamo parlato di tutela ambientale e sport con l’Ing. Claudio Geraci di ISAB Lukoil, quest’anno nostri partner della tappa siracusana.

L’impianto di raffinazione, gassificazione e cogenerazione di energia elettrica di ISAB S.r.l., inserito nel polo petrolchimico di Priolo Gargallo (Siracusa, Italia), rappresenta uno dei più grandi siti industriali europei.

Sin dalla sua nascita la raffineria ISAB si è impegnata a realizzare tecnologie che consentano la realizzazione di prodotti petrolchimici a basso impatto ambientale attraverso l’innovazione e lo sviluppo.

Continua a leggere

Foto: Annamaria Mangiacasale (Plemmirio, 2021)

Confronta gli annunci

Confrontare